Main Content

Bouygues E&S InTec Milano SA realizza le installazioni elettriche nel nuovo Centro Direzionale Intesa Sanpaolo di Torino

Nella primavera del 2014 sarà completata la nuova sede torinese del gruppo bancario Intesa Sanpaolo. Con i suoi 166 metri, l’edificio a torre è «solo» il secondo più alto della città, ma sicuramente il più innovativo sotto il profilo tecnico.

Bouygues E&S InTec Milano SA è responsabile delle installazioni elettriche e delle installazioni tecniche speciali. Accanto a un sofisticato sistema di gestione dell’impiantistica per edifici, anche l’efficienza energetica riveste un ruolo decisivo.

Al nuovo edificio mancano 74 centimetri per raggiungere la costruzione esistente più alta di Torino (la Mole Antonelliana). In compenso, la nuova sede bancaria otterrà il riconoscimento come edificio più innovativo sotto il profilo tecnico della metropoli piemontese raggiungendo almeno il livello «Gold» del sistema di certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design). Questo anche grazie ad Alpiq InTec Milano S.p.A. e a Tecnelit S.p.A., incaricate dello sviluppo e della realizzazione di tutte le installazioni elettriche nonché degli impianti termo fluidici, dei sistemi antincendio, ecc.

 

166 metri, 38 piani, oltre 2.000 posti di lavoro

La torre composta da 38 piani fuori terra, sorge a pochi passi dal centro di Torino, su un lotto di terreno di circa 7.000 metri quadrati che fronteggia un’area analoga, oltre il viale della Spina, destinata ad un altro nuovo grattacielo, i cui diritti edificatori appartengono alla Rete Ferroviaria Italiana. I futuri locali accoglieranno moderni uffici per un totale di oltre 2.000 dipendenti della Banca. Tra le peculiarità importanti dell’edificio si ricorda che ospiterà nella parte sommitale una serra bioclimatica con giardino pensile, ristorante panoramico, spazio espositivo e caffetteria.

Nel maggio 2010 Bouygues E&S InTec Milano SA e Tecnelit si sono aggiudicate il subappalto dalle Imprese Rizzani de Eccher S.p.A. ed Implenia S.A. cui è stato affidato l’appalto complessivo di realizzazione della torre da parte dalla Banca. La progettazione costruttiva è iniziata nello stesso anno mentre i successivi lavori hanno coinvolto in varie fasi oltre 100 collaboratori sotto la direzione dell’affiliata di Alpiq operante nel settore dei servizi energetici.

Dal cavo elettrico al sistema di gestione dell’edificio

Tra le prestazioni di Bouygues E&S InTec Milano SA rientra il collegamento in rete dell’intero edificio, che prevede la posa di 300 chilometri di cavi elettrici e 350 chilometri di cavi per installazioni speciali, nonché l’installazione di 20.000 apparecchi di illuminazione e il collegamento delle postazioni di lavoro alla rete di trasmissione dati con oltre 100 chilometri di cavi. A ciò si aggiungono 11.000 punti di misurazione e altrettanti punti di controllo, di cui 150 lettori di badge, una rete di 400 telecamere per videosorveglianza e 10.000 rilevatori di incendio. Tutte queste installazioni speciali vengono monitorate e controllate a livello centrale da un sistema di gestione dell’edificio BMS (Building Management System).

Tutti i piani della torre di Intesa Sanpaolo saranno dotati di impianti di diffusione sonora e installazioni audiovisive munite dei display più moderni. Le sale riunioni e le sale conferenze nonché l’auditorium che ospita oltre 360 posti saranno dotati di impianti di trasmissione e videoproiezione. L’edificio dispone di quattro generatori (due per ognuna delle cabine elettriche) pronti a entrare in azione in caso di interruzione della fornitura di energia elettrica. Anche l’approvvigionamento idrico è in grado di funzionare autonomamente in caso di emergenza.

 

Sistemi tecnologici utilizzati per una maggiore efficienza energetica

Circa 500 sensori volumetrici garantiscono l’accensione e/o lo spegnimento automatico degli apparecchi di illuminazione e quindi un conseguente risparmio energetico. Ad aumentare l’efficienza contribuiscono inoltre la facciata a doppia pelle sui prospetti est ed ovest, un campo fotovoltaico di ca. 1.600 metri quadrati sulla facciata sud, pompe di calore ad alta efficienza con sfruttamento dell’acqua di falda e il recupero dell’acqua meteorica per l’irrigazione delle opere a verde realizzate all’interno dell’edificio.

 

Informazioni supplementari

Sistemi di gestione degli edifici
Bouygues E&S InTec Italia S.p.A.