Main Content

Ginevra internazionale - Grandi lavori al UIL

Il quartiere internazionale di Ginevra si rifà il look. Sono in corso i lavori di ristrutturazione di una delle sedi dell’ONU: l’Ufficio Internazionale del Lavoro (UIL). Bouygues Energies & Services si occupa delle installazioni elettriche e dell’automazione delle 1 500 postazioni di lavoro.

Costruito agli inizi degli anni Settanta, il più grande edificio pubblico della Svizzera è ormai obsoleto e non soddisfa più le norme in materia di sicurezza, prestazioni energetiche e assetto interno. Il progetto di risanamento comprende la bonifica dell’amianto dal sito, l’isolamento delle facciate, la sostituzione degli impianti tecnici, il riassetto degli spazi interni nonché l’adeguamento alla conformità degli impianti di sicurezza.

Pianificazione su vasta scala
Bouygues Energies & Services si è vista affidare la completa revisione delle installazioni elettriche, sia ad alta che a bassa tensione. Si tratta di dotare gli undici piani dell’edificio principale di cablaggi elettrici, reti di distribuzione, sistemi di illuminazione, impianti di sicurezza, reti telefoniche e di trasferimento dati. Realizzati in presenza del personale, i lavori sono scaglionati in tre fasi.

«Dobbiamo occuparci delle dotazioni per tutte le postazioni di lavoro in un edificio mentre è in uso. Pianificare e seguire i lavori sono elementi essenziali per la riuscita del progetto.»  Thierry PREILE, responsabile del reparto Elettro

Quando audacia e innovazione vanno di pari passo
Un altro compito affidato a Bouygues Energies & Services è la regolazione degli impianti. Ciò include la gestione del riscaldamento, della climatizzazione, dell’illuminazione e degli apribili per tutte le postazioni di lavoro. In fase di gara d’appalto, il reparto Security & Automation si è dimostrato audace e ha proposto una variante: installare i sistemi con un’unica «intelligenza» centralizzata per ogni piano, piuttosto che per ogni ufficio. Una soluzione innovativa che riduce nettamente il numero di dispositivi necessari per regolare gli impianti.

«Grazie a una tecnologia industriale produttiva di Beckhoff, siamo stati in grado di proporre una soluzione ben più efficiente di quella richiesta dalla gara d'appalto. Il numero di dispositivi/IRC è dunque sceso da 4544 a 44. Una soluzione nettamente più economica da installare e più semplice nel tempo in termini di manutenzione.»  Jean-Marie ZIMMER, a capo del reparto Security & Automation

Alla fine dell’anno l’Organizzazione Internazionale del Lavoro festeggerà il suo centesimo anniversario. L’obiettivo è completare la trasformazione dell’UIL per questa occasione. Bouygues Energies & Services è orgogliosa di aver contribuito al progetto.

Che cos'è il lavoro del UIL e altre notizie possono essere lette nell'attuale numero della nostra rivista informativa:

yES numero dicembre 2019