Main Content

Riscaldamento efficiente e silenzioso grazie alla ventilazione!

Se si dispone di un impianto di riscaldamento con un radiatore e l'aria è entrata nell'impianto di riscaldamento, questo può portare a rumori fastidiosi e a celle frigorifere.

Le nostre istruzioni passo dopo passo vi mostreranno come rimuovere l'aria in pochi semplici passi e ridurre il consumo di energia per il riscaldamento fino al 15%.

Come l'aria nel sistema di riscaldamento disturba
I vostri radiatori sono collegati alla caldaia da un sistema di tubazioni. In questo sistema di tubazioni, l'acqua trasporta il calore dalla caldaia ai radiatori e quindi nelle vostre stanze. Oltre all'acqua, anche l'aria può entrare nel sistema di riscaldamento. Il problema è che l'aria - a differenza dell'acqua - non può trasportare bene il calore. Ciò significa che non tutti i radiatori sono riscaldati in modo uniforme, il che porta a temperature ambiente più basse. L'aria provoca anche rumori fastidiosi come gorgoglii e bolle d'aria nei radiatori. Se sentite questi rumori o notate che solo alcune zone del vostro radiatore si riscaldano, è meglio sfogare subito il radiatore. Ma anche senza questo consiglio, dovreste sfogare il vostro radiatore circa ogni tre anni, idealmente in autunno prima di accendere il radiatore.

E come funziona?
Se vivete in un appartamento in affitto, potreste non essere in grado di eseguire le fasi 2 e 4. Tuttavia, si può ancora ventilare. Scegliere il tempo di ventilazione in modo che il riscaldamento sia stato spento il più a lungo possibile. Se il vostro riscaldatore non funziona correttamente dopo averlo sfiatato, contattate la vostra agenzia di noleggio affinché si occupi della quarta fase, controllando la pressione dell'acqua.

1. Accendere completamente il riscaldatore
Per prima cosa, alzare il riscaldamento in tutte le stanze alla massima potenza. Poi si dovrebbe aspettare circa 30-60 minuti fino a quando tutti i termosifoni sono belli caldi.

2. Spegnere la pompa di circolazione
Successivamente, spegnere la pompa di circolazione. La troverete vicino al sistema di riscaldamento e di solito potete chiuderla con un cacciavite. Ora si deve aspettare ancora per circa un'ora, in modo che l'aria possa salire nei radiatori. Poi si può riaccendere la pompa di circolazione.

3. Sfogare il sistema di riscaldamento
Per questa fase sono necessari un piccolo contenitore, guanti, un asciugamano e una chiave inglese o un cacciavite - a seconda del tipo di valvola di sfiato. Questo si trova nella parte superiore del radiatore, di fronte alla manopola girevole. Con i radiatori più vecchi potrebbe essere necessario aprire la valvola con un paio di pinze.
Poiché l'acqua e l'aria possono essere molto calde, è necessario proteggere le mani con guanti o un asciugamano. Potete anche mettere un asciugamano sul pavimento per evitare macchie d'acqua. Se vivete in una casa a più piani, ventilate i vostri radiatori dal basso verso l'alto.
Posizionate un vaso capente direttamente sotto la valvola di sfiato e apritela lentamente in senso antiorario fino a sentire un leggero fischio.
Chiudete la valvola non appena esce solo acqua e non esce più aria. Non chiudete troppo la valvola.

4. Controllare il livello dell'acqua
Infine, controllate il livello dell'acqua del vostro impianto di riscaldamento. Se l'indicatore di pressione del vostro impianto di riscaldamento è al di sotto del campo verde, l'acqua deve essere rabboccata. Questo dovrebbe essere fatto dal vostro installatore di riscaldamento, poiché ci sono requisiti speciali per l'acqua di ricarica.

Persona di contatto
Ivan Widmer, Responsabile di filiale
T. +41 56 464 44 29
ivan.widmer@bouygues-es.com

Bouygues E&S InTec Schweiz AG
Alte Bruggerstrasse 32
5506 Mägenwil – Schweiz